Delocalizzare la produzione per conquistare il mercato globale

Il piano dell’amministratore delegato di FCA Sergio Marchionne, è quello di rendere il brand Jeep® un marchio globale in grado di garantire ottimi volumi di vendite in quasi ogni mercato internazionale.

Per fare questo l’intenzione è quella di delocalizzare la produzione del brand per cercare di raggiungere la quota di 1.9 milioni di Jeep® vendute in tutto il mondo entro la fine del 2018.

Il punto di partenza è rappresentato dalle vetture Jeep® vendute nel 2013: 732 mila unità.

Il progetto di delocalizzazione può contare già su due importanti esempi: lo stabilimento di Melfi, dove vengono assemblate la Renegade e la Fiat 500X e lo stabilimento brasiliano di Goiana, inaugurato qualche giorno fa da FCA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.