GLI ANALISTI BOCCIANO LE PREVISIONI DI MARCHIONNE

Se Sergio Marchionne ha previsto che entro il 2014 Fiat S.p.a e Chrysler Group saranno in grado di vendere oltre sei milioni di vetture ogni anno, gli analisti invece non sono daccordo con le previsioni del manager italo-canadese: secondo le loro previsioni la società italo-americana riuscirà a commercializzare circa 4.9 milioni di vetture entro il 2014, ovvero oltre un milione di auto in meno rispetto a quanto stimato da Marchionne.
Gli analisti sono anche convinti che l’alleanza Fiat-Chrysler non sarà in grado di ottenere una rendita pari a 104 miliardi di euro entro il 2014, ma che il Gruppo si fermerà ad un utile di circa 98 miliardi di euro.
Infine secondo gli esperti del settore, per riuscire a raggiungere un simile ritmo di vendite (6 milioni di vetture l’anno), il Gruppo Chrysler e Fiat S.p.a dovrebbero acquisire il controllo di un’altra società o riuscire a stringere alcuni accordi per poter affermarsi anche nel movimentato mercato asiatico.

2 commenti su “GLI ANALISTI BOCCIANO LE PREVISIONI DI MARCHIONNE”

  1. I’m really thereby very happy to you will definitely. Truly shape of physical you should be shown and necessarily a person’s difficulties false information which is while in the remaining blogs, forums. Satisfaction in your primary borrowing it all the best doctor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.