Il caro carburanti trascina l’aumento dell’inflazione

Sono da poco usciti i dati dell’inflazione di agosto e il caro benzina è una delle cause primarie che incidono sull’aumento del costo della spesa media per gli italiani.
La Confcommercio ha spiegato che i continui aumenti delle accise sui carburanti, associati a quelli dell’Iva, incidono ormai per oltre il 50% sul prezzo finale di benzina e gasolio, e determinano incrementi dei prezzi sia nei servizi più prossimi alla filiera, trasporti marittimi, aerei e pacchetti vacanze, che nei costi di gestione delle imprese.
Intanto il costo medio della benzina si attesta sugli 1.915 euro al litro, mentre quello del gasolio sugli 1.781 euro al litro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.