Incendio serbatoio per la Jeep G.Cherokee

La Nhtsa (National highway traffic safety administration), l’ente governativo statunitense per la sicurezza stradale ha avviato un’indagine su tre milioni di Jeep Grand Cherokee fabbricate tra il 1993 e il 2004.

Pare che in numerosi incidenti stradali a causa di fuoriuscita di carburante, l’auto si sia incendiata provocando la morte o gravi ustioni ai passeggeri. Sembra che il problema possa essere rappresentato dalla posizione del serbatoio, che si estende sotto il paraurti posteriore e che non avrebbe alcuna protezione in caso di urto o di ribaltamento. Addirittura, secondo molte segnalazioni, potrebbe anche staccarsi il bocchettone per il rifornimento.

L’associazione Center for Auto safety (Centro per la sicurezza dell’auto), ha presentato una petizione all’ente governativo statunitense in cui afferma di avere documenti che testimoniano che tra il 1993 e il 2008, il Grand Cherokee sia stato coinvolto in 172 incidenti in cui la vettura si è incendiata, causando la morte di 254 persone.

Ma la Chrysler che comunque sta collaborando alle indagini smentisce, tenendo a precisare che è in corso soltanto un accertamento e che non è previsto alcun richiamo. Secondo il portavoce Michael Palese, la Jeep Grand Cherokee 1993-2004, soddisfa o addirittura supera tutti gli standard di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.