Indagine di Bridgestone sulla pressione pneumatici

Secondo un’indagine condotta da Bridgestone su 11 Paesi dell’Unione Europea nel 2011, il 63% degli automobilisti viaggia con pneumatici a bassa pressione.
Il colosso giapponese ha stimato che così ogni vettura inquina molto di più perchè la pressione di gonfiaggio influisce fortemente sulla resistenza al rotolamento dei pneumatici, che rappresenta un fattore importante per stabilire consumi di carburante del veicolo e le sue emissioni inquinanti.
Sui 180.000 pneumatici analizzati, emerge che il 17.5% degli automobilisti viaggia con gomme ad una pressione molto bassa (almeno 0.5 bar in meno rispetto alla pressione consigliata) e che il 4.3% mette a rischio la propria sicurezza a causa di pneumatici a pressione davvero troppo bassa (almeno 0.75 bar in meno rispetto alla pressione consigliata).
Quasi superfluo ricordare che guidare con pneumatici a pressione inadeguata comporta una diminuzione del controllo del veicolo ed un aumento dello sbandamento ed inoltre la bassa pressione influisce negativamente sulla durata degli stessi a causa dell’eccessivo logoramento della spalla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.