Marchionne non vuole aiuti ma…

Secondo l’amministratore delegato di Fiat-Chrysler Sergio Marchionne è ora che il Governo apra alla seconda fase e che porti avanti il programma di sviluppo.
Marchionne ha ribadito di non voler alcun aiuto e nessun incentivo, ma ha affermato che se non si riuscirà a mobilitare gli interessi industriali italiani per creare un futuro diverso, non si riuscirà mai ad uscire da questa situazione di crisi.
Infine l’ad del Lingotto ha voluto chiudere con una metafora: “Se continuiamo a metterci a dieta, possiamo anche arrivare a morire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.