NUOVE INDISCREZIONI SULLA PRODUZIONE DI JEEP IN CINA

Sicuramente il marchio Jeep ha dimostrato di essere uno dei brand più vitali all’interno del Gruppo Chrysler: infatti il marchio americano ha venduto in Europa, nel corso dell’anno 2011, il 62% in più rispetto allo scorso anno, grazie a campagne pubblicitarie più efficaci, una migliorata rete di vendita e ad una gamma rinnovata e molto più apprezzata.
Grazie anche a questi successi, Jeep avrebbe l’intenzione di produrre parte della propria gamma in Cina, ovvero uno dei pochi Paesi in cui la domanda di automobili è in continua crescita.
Il problema è che in Cina non è possibile costruire impianti se non in cooperazione con un’azienda locale: Fiat S.p.A. ad esempio produce in loco grazie alla partnership con Guangzhou Automobile Group.
Jeep potrebbe quindi sfruttare questa partnership per poter iniziare ad assemblare i propri modelli in Cina e quindi soddisfare in maniera più esaustiva la forte domanda cinese.
Durante il 2011, Jeep ha venduto in Cina circa 22.000 automobili, tutte importate da fuori: se invece queste fossero costruite in loco, probabilmente il costruttore potrebbe trarne benefici sia economici che logistici.
Per il momento non ci sono ancora notizie certe se Jeep realizzerà un nuovo impianto oppure se sfrutterà le strutture già esistenti di Fiat S.p.A.

1 commento su “NUOVE INDISCREZIONI SULLA PRODUZIONE DI JEEP IN CINA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.