XXIII Memorial Enzo Caruso

Val di Noto 4×4 Avventura vi invita ad un appassionante viaggio alla riscoperta della propria identità.
Per 3 giorni lungo le vie che hanno portato il fasto all’isola della Sicilia.
Si tratta del XXIII Memorial “Enzo Caruso” che si svolgerà dal 31 ottobre al 2 novembre 2015.

Avvertenze: sono ammessi solo veicoli fuoristrada dotati di marce ridotte con esclusione di Suv e camper fuoristrada. Il raduno è riservato esclusivamente a Fuoristradisti ben educati al rispetto dell’ambiente attraversato, al rispetto della buona educazione in generale, al rispetto degli altri partecipanti e della civile convivenza. Non sono graditi le teste calde, i velocisti, quelli che sorpassano nelle eventuali code, coloro che escono dal percorso o calpestano prati e zone coltivate, quelli che non rispettano le indicazioni dell’organizzazione, o che danneggiano le proprietà private o il demanio pubblico.

Dotazione di bordo consigliata: Radio Vhf 144 Mhz o CB 27 Mhz, telefono cellulare, corde, ganci di traino, tutto collaudato e resistente per facilitare i recuperi, gomme in ottimo stato, meglio se artigliate, guanti, pala, piccone, verricello.

Servizi e pernottamento: Pranzo al sacco a carico dei partecipanti per i tre giorni. Pernottamento: come da consuetudine del Val di Noto in Campeggio libero.

Quote di iscrizione: Soci FIF € 120,00 (un solo giorno € 40,00); pre-iscrizione con pagamento anticipato € 90,00 (un solo giorno € 30,00). Possibilità di iscrizione solo per il sabato o solo per domenica e lunedì. I non soci FIF dovranno versare, oltre alla quota d’iscrizione € 15,00 al giorno per l’assicurazione, oppure sottoscrivere tessera annuale.

Percorrere in 4×4 la regia Trazzera Noto-Palermo vuol dire intraprendere un viaggio lungo, una via o “magna via” che collega ancora oggi i due estremi opposti della Sicilia; dirigersi da Palermo verso Noto crediamo che abbia sempre rappresentato nell’immaginario di un viaggiatore l’estrema periferia sud dell’isola. Questa importante ed antica via di comunicazione siciliana, utilizzata probabilmente sin dal periodo romano, è sopravvissuta fino ai nostri giorni (anche se in molti tratti in completo abbandono ed in altri totalmente inglobata dalle “nuove” strade statali e provinciali) rappresentando il tragitto più breve che congiunge Noto alla capitale Palermo.

Per contatti:
Salvo 3201120194,
Vincenzo 3357232848,
Corrado 3498150458,
Peppe 3392000675,
Seby 3389733084.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.